ORATORIO SAN GIOVANNI ELEMOSINIERE - CASARANO

Il film drammatico del regista Paolo Bianchini, uscito nel 2012, racconta due storie intrecciate tra loro: una vera e l'altra di invenzione ma tratta da vicende reali. La storia vera vede protagonisti due adolescenti guineani, amici per la pelle, Yaguine e Fodè, che nel 1999 hanno scritto a nome di tutti i bambini e i ragazzi africani una lettera indirizzata "Alle loro Eccellenze i membri e responsabili dell'Europa" per chiedere aiuto e avere così scuole, cibo, cure e assistenza. Yaguine e Fodè si nascondono nel vano del carrello di un aereo diretto a Bruxelles nella speranza di recapitare personalmente la lettera alla fine del viaggio che, invece, si concluderà tragicamente. Le loro vicende si intrecciano con la seconda storia che narra di un altro viaggio di dieci anni dopo, dall'Europa all'Africa, intrapreso da due adolescenti legati da un pallone: Thabo e Rocco, uno africano di N’Dola e l'altro italiano di Bari, entrambi vittime del mercato di bambini calciatori. Un vero e proprio sfruttamento di bambini che  spesso vengono sottratti alle famiglie, usati e abbandonati quando non servono più. I due ragazzi giocando con un pallone, loro unico compagno di viaggio, attraversano l'Africa a piedi. Il viaggio, ricco di insidie e difficoltà ma anche di incontri ed esperienze straordinarie, li cambierà per sempre e si conclude con l'arrivo a N'Dola, paese natale di Thabo. Il campo di calcio nel quale continueranno a coltivare i loro sogni legati al pallone è dedicato a Yaguine e Fodè grazie all’impegno del tecnico di volo che, quando l'airbus 300 della Sabena concluse il suo lungo volo atterrando a Bruxelles, scoprì abbracciati i corpi assiderati di Yaguine e Fodè con nelle tasche la lettera indirizzata "Alle loro Eccellenze..." e non potè fare a meno da allora di dedicare la propria vita al volontariato in terra d’Africa. Un film simpatico che, pur nella sua drammaticità, parla di una grande amicizia. Patrocinato dall’Unicef, da Agiscuola, dalla Comunità di sant’Egidio, da Save the Children, dal Ministero dell’Interno e per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione.

A conclusione Alberto Nutricati, responsabile del settore Cultura e Cinema, ha proposto una semplice attività di riflessione: la scena più emozionante, quella più simpatica e una sintesi del messaggio principale veicolato dal film sono stati inseriti da ogni partecipante su una tabella e poi discussi e condivisi.

News

Convocazione Assemblea straordinaria dei soci - 2 novembre 2019

Convocazione Consiglio Direttivo - 1 ottobre 2019

Si porta a conoscenza che il Consiglio Direttivo di questa Associazione è convocato per il giorno 01/10/2019 alle ore 20:00 presso la sede legale per discutere e deliberare sul seguente Ordine del giorno:

 

  1. Progettazione e programmazione attività anno pastorale 2019-2020
  2. Convocazione Assemblea soci per modifica Statuto secondo le nuove normative del Terzo Settore
  3. varie ed eventuali.

Convocazione Assemblea ordinaria annuale - 23 aprile 2018

Grest 2017 - Momo #prendiTEMPO

Tú sí que vales 3a edizione

L’educatore è
un individuo consacrato

 al bene dei suoi giovani allievi,
perciò deve essere pronto
ad affrontare ogni disturbo,

ogni fatica per
conseguire il suo fine,

che è la civile,
morale, scientifica
educazione de’ suoi allievi.

Don Bosco